Rating sui titoli obbligazionari emessi dalle societa’ quotate, Corporate Bonds

 

 

 

 

Rating sui titoli obbligazionari emessi dalle societa’ quotate, Corporate Bonds ( ma anche sui titoli obbligazionari emessi dai Paesi e sul loro stato di salute). Le principali società di rating sono  Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch.

 

Qualita’ del credito: Per valutare l’affidabilità di un emittente (la sua capacità di far fronte ai debiti assunti con l’obbligazione), ci sono alcune società specializzate nell’analisi del credito, che si occupano di dare una valutazione sintetica sulla solvibilità di un emittente. Questa valutazione avviene in maniera continua chiamata rating.

 

Le società o le nazioni più affidabili e solide economicamente avranno il rating massimo, e via via questo valore andrà a scendere con aziende (o nazioni) meno solide e più a rischio di insolvenza.

 

Più basso è il rating, maggiore l’interesse che l’emittente è costretto a dare per le sue obbligazioni (a parità di interesse, è normale che il risparmiatore sceglierà la società con il rating migliore, ritenuta più affidabile). Questo porta le società di rating ad avere un enorme potere, e ad essere sottoposte a notevoli pressioni.

 

Se un gruppo ha debiti superiori a circa 2 volte la capitalizzazione di mercato puo’ dirsi che il suo  livello di rating presumibilmente sara’ al disotto di Baa3 o BBB- ed e’ gia’ a rischio di perdere lo status di investment grade.

 

In linea di massima, lo scostamento tra un gradino e l’altro (cioé tra Aaa o AAA e Aa1 o AA,  e così via) è di circa lo 0,3 – 0,4%. Se cioé un’emittente valutata AAA emetterà obbligazioni al 3% (per dire), una emittente AA emetterà obbligazioni di pari durata al 3,3%, una emittente con rating A al 3,7%. Si consideri che questi non sono valori fissi o stabiliti, bensì valori più o meno accettati dai mercati.

Esiste una linea di demarcazione tra le categorie di rating, individuabile tra il giudizio BBB-/Baa3 e quello BB+/Ba1. Le valutazioni superiori sono chiamate anche “investment grade” e caratterizzano la tipologia di bond tipicamente acquistata dalla maggioranza degli investitori istituzionali, fondi obbligazionari su tutti. La categoria inferiore contraddistingue i “non investment grade”, e sono speculativi cioe’ ad alto rischio, prede tipicamente di un numero più ristretto di investitori, principalmente i fondi specializzati nell’high yield.

Come detto poco sopra, al disotto di Baa3 o BBB- cominciano i titoli considerati a rischio. Si consideri tuttavia emittenti che venivano quotati BBB fino a pochi giorni prima del fallimento (il caso Parmalat su tutti, per esempio), dunque questi rating sono certamente importanti, ma non bisogna sempre prendere per oro colato le loro valutazioni (ma cercare sempre di capire quello che si sta facendo).

 

Per quel che concerne i livelli dei tassi ottenibili attraverso un investimento in un titolo di debito societario, si va dal 3% / 4% offerto dalle emissioni realizzate dalle cosiddette utilities al 6% di obbligazioni caratterizzate da un livello di rischio medio basso quali quelle dell’industria del tabacco per esempio.  ll miglior metodo applicabile consiste nello scartare a priori le emissioni che si posizionano sui due poli della scala dei rating. In pratica, il money manager consiglia di posizionarsi sui titoli aventi un rating compreso tra A e BBB.

Plus (+) or minus (-) may be applied to a rating to denote relative status within major rating categories. Such suffixes are not added to the AAA long-term rating category or categories below CCC

Table 1

 

S&P Moody’s Descrizione
AAA Aaa Affidabilità massima. Paese o società di eccellente grado di affidabilità (Es. USA, Svizzera, ecc.).
AA+
AA
AA-
Aa1
Aa2
Aa3
Ottima affidabilità. Paese o società considerato molto affidabile (Es. Italia).
A+
A
A-
A1
A2
A3
Buona affidabilità.
BBB+
BBB
BBB-
Baa1
Baa2
Baa3
Discreta affidabilità. Al disotto di questa soglia, cominciano i titoli considerati speculativi.
BB+
BB
BB-
Ba1
Ba2
Ba3
Sufficiente affidabilità, ma comincia qui la zona a rischio.
B+
B
B-
B1
B2
B3
Piena zona a rischio, ma anche buone opportunità di investimento. Le cedole delle società emittenti di quest’area di aggirano intorno al 10%.
CCC+
CCC
CCC-
Caa Grandissimo rischio di insolvenza. Cedole in genere oltre il 10%
C Ca Insolvenza. Gli interessi non vengono pagati.
D D Emeittente in stato di fallimento. Nessun interesse, e sarà anche difficile riottenere il capitale.

 

 

Table 2

 

 

Long-Term Issue Credit Ratings

AAA Highest credit quality. AAA ratings denote the lowest expectation of credit risk. They are assigned only in case of exceptionally strong capacity for timely payment of financial commitments. This capacity is highly unlikely to be adversely affected by foreseeable events.
AA Very high credit quality. AA ratings denote a very low expectation of credit risk. They indicate very strong capacity for timely payment of financial commitments. This capacity is not significantly vulnerable to foreseeable events.
A High credit quality. A ratings denote a low expectation of credit risk. The capacity for timely payment of financial commitments is considered strong. This capacity may, nevertheless, be more vulnerable to changes in circumstances or in economic conditions than is the case for higher ratings.
BBB Good credit quality. BBB ratings indicate that there is currently a low expectation of credit risk. The capacity for timely payment of financial commitments is considered adequate, but adverse changes in circumstances and in economic conditions are more likely to impair this capacity. This is the lowest investment-grade category.
BB Speculative. BB ratings indicate that there is a possibility of credit risk developing, particularly as the result of adverse economic change over time; however, business or financial alternatives may be available to allow financial commitments to be met. Securities rated in this category are not investment grade.
B Highly speculative. B ratings indicate that significant credit risk is present, but a limited margin of safety remains. Financial commitments are currently being met; however, capacity for continued payment is contingent upon a sustained, favorable business and economic environment.
CCC, CC, C High default risk. Default is a real possibility. Capacity for meeting financial commitments is solely reliant upon sustained, favorable business or economic developments. A CC rating indicates that default of some kind appears probable. C ratings signal imminent default.
DDD, DD, D Default. Securities are not meeting current obligations and are extremely speculative. DDD designates the highest potential for recovery of amounts outstanding on any securities involved. For U.S. corporates, for example, DD indicates expected recovery of 50% – 90% of such outstandings, and D the lowest recovery potential, i.e. below 50%.

     
                

 

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: