Mission

 

 

Benvenuti nel sito di Marco Montanari

 

WALLSTREETRACK

https://wallstreetrack.wordpress.com

 

Wall Streetrack nasce il di’ 28 agosto 2006 (come sito Finanziario e non come Blog, nonostante l’utilizzo di strumenti informatici spesso usati piu’ per i Blog, pertanto scuserete se qui non avrete la possibilita’ di postare commenti) con l’intento di far comprendere con auspicata chiarezza e semplicita’ i meccanismi dei mercati finanziari, azionari in particolare, le interconnessioni dei diversi mercati (azionario-obbligazionario-monetario-immobiliare-liquidita’) nonche’ i costi operativi che ogni risparmiatore deve affrontare nell’investimento finanziario; obiettivi che senza falsa modestia ne’ con arrogante presunzione si cerchera’ di raggiungere allo scopo di illuminare un poco l’oscurita’ informativa che spesso colpisce i risparmiatori italiani nel comprendere e controllare la gestione dei propri risparmi affidata, spesso superficialmente, agli operatori finanziari attivi in Italia non tutti all’altezza della situazione sia sotto il profilo etico sia sotto il profilo della competenza e della professionalita’ (i crack Federconsorzi, Cirio, Parmalat e i Bond Argentini solo per citare i maggiori, in uno con la perdurante assenza di una vera legge che tuteli il risparmio, ne sono la prova provata), in cio’ condividendo con Voi le opinioni e non di meno la mia passione per l’unico vero e maturo mercato: la Borsa Americana; passione nata e coltivata privatamente (ad esclusivo beneficio personale, dei familiari, e di alcuni amici ristretti) da tanti anni e, mai certificata da alcuna casa di brokeraggio. Sono un ex Consulente Finanziario Indipendente e oggi un U.S. equities trader; si tenga presente che la consulenza finanziaria indipendente era fino a pochi mesi fa’ un’attivita’ esperessamente individuata dal legislatore come libera e che non necessitava di nessun tipo di autorizzazione, ne’ della Consob ne’ di qualunque altro Ente o Istituzione, insomma non v’era un Ordine. Da qui i motivi per i quali e’ doveroso e corretto informare Voi tutti anche su questo aspetto in generale.

 

 

dott. Marco Montanari

Laureato in legge

 

U.S. Equities Trader-esperto investitore nei Mercati Americani

Ex Consulente Finanziario indipendente ( in osservanza della nuova normativa:decreto legislativo del Consiglio dei ministri del 30 agosto 2007)

 

 

1 novembre 2007

Novita’ legislative che riguardano l’attivita’ della consulenza finanziaria indipendente

 

Speciale Mifid

 

(Markets in Financial Instruments Directive)


Dal 1 novembre 2007 nell’Europa a 27 e’ entrata  in vigore la direttiva Mifid: i contratti in essere dovranno essere adeguati entro il 30 giugno 2008. In Italia la nuova impostazione è stata recepita  con un decreto legislativo del Consiglio dei ministri lo scorso 30 agosto 2007. Le nuove norme regolamentari congiunte Banca d’Italia-Consob, coinvolgono 804 banche, 101 Sim (società d’intermediazione mobiliare), 776 fondi comuni, 51 Sgr (società di gestione del risparmio), 31.051 promotori finanziari, ed escludono il Consulente Finanziario Indipendente dallo svolgere attivita’ di consulenza finanziaria come libero professionista fino ad oggi legittimato ex D.L. nr. 58/1998 (vedi in calce)

 

 

TRA I 5 PRINCIPALI CAMBIAMENTI APPORTATI DALLA MIFID

 

Viene abolita la figura professionale del Consulente Finanziario Indipendente nata in Italia il 24 febbraio del 1998 con il D.L. nr. 58/1998 ed esercitabile come Libero Professionista in totale ed oggettiva assenza di conflitto d’interesse ma senza alcuna previa iscrizione ad albi professionali ne’ previa autorizzazione da parte della Consob o di altra Istituzione. Infatti:

 

Albo dei consulenti finanziari: Viene istituito un albo dei consulenti in materia di servizi finanziari, che affiancherà quello dei promotori finanziari. I consulenti vengono remunerati a parcella (fee-only) per la loro attività di assistenza ai clienti e non operano direttamente il collocamento di strumenti finanziari. Sono sottoposti a esame di ammissione e alla vigilanza della Consob.

 

25 settembre 2006

 

Novita’ legislative che riguardavano l’attivita’ della consulenza finanziaria indipendente oggi superate dalle disposizioni Mifid.

 

 

 

Ex art.8, atto Camera 1042 del 20 settembre 2006, che riguarda l’attivita’ di consulenza finanziaria indipendente fino ad oggi autorizzata e possibile grazie al D.L. nr. 58 del di’  24 febbraio del 1998 .

Il 20 settembre alla Camera e’ stato approvato un emendamento del Governo ( il provvedimento comunitaria 2006 deve ancora passare al Senato) che prevede l’autorizzazione alla consulenza finanziaria solo per banche o societa’ per azioni (art. 8, atto camera 1042).  Le direttive europee in materia prevedono che “le imprese che sono esclusivamente autorizzate a prestare il servizio di consulenza in  materia di investimenti” (art. 67 direttiva 2004/39/CEE) con un capitale sociale minimo di 50.000 euro e/o dotate di assicurazioni professionali con massimali prestabiliti. Si puo’ derogare a quanto previsto dalla direttiva solo in casi  “in cui vi siano rischi specifici per la tutela degli investitori o l’integrita’  del mercato, compresi quelli relativi alla stabilita’ del sistema finanziario, non adeguatamente affrontati dalla legislazione comunitaria, e deve  essere strettamente proporzionato”.

In merito a questo emendamento del Governo ( comunitaria 2006 non ancora con forza di legge mancando il si’ del Senato) formulato dalla Camera in omaggio alle direttive europee in materia , nel prevedere l’autorizzazione alla consulenza finanziaria solo per banche o societa’ per azioni non e’ dato sapere al momento se sia un emendamento abrogativo anche del precedente decreto legge sulla consulenza finanziaria indipendente (Il 24 febbraio del 1998 , D.L. nr. 58)  o se si riferisce solo all’abrogazione dell’attivita’ di consulenza finanziaria dipendente prima svolta anche dagli agenti e promotori delle Assicurazioni e S.I.M. oltre alle banche o a societa’ private se societa’ per azioni.

 

 

 

 

Il Consulente Finanziario Indipendente

http://www.wallstreetitalia.com/consulenti6.asp

 

Tutto quello che occorreva sapere sul mondo della consulenza finanziaria indipendente. Il 24 febbraio del 1998 con il D.L. nr. 58 è nata in Italia una nuova autonoma Figura Professionale: il Consulente Finanziario Indipendente. Da questo ambito professionale emerge una nuova specializzazione che consiglia gli Investimenti Finanziari ed esercitabile solo da un Libero Professionista in totale ed oggettiva assenza di conflitto d’interesse. Per l’esercizio della libera professione, il Consulente non necessita di nessun tipo di autorizzazione ne’ da parte della Consob ne’ da qualunque altro Ente o Istituzione. La consulenza esercitata come Libera Professione è stata equiparata e quindi assoggettata alle leggi e norme che regolamentano qualsiasi altra attivita’ esercitata liberamente, ovvero assoggetata e regolata dal Codice Civile, oltre a norme deontologiche. Il Consulente Libero Professionista mette a disposizione dei propri clienti per l’incarico ricevuto le proprie conoscenze, il proprio patrimonio etico ed intellettuale.

Il Consulente Finanziario Indipendente risponde del proprio operato esclusivamente al proprio cliente mandatario a norma del codice civile e a nessun’ altra parte terza sia essa persona fisica/giuridica o Istituzione finanziaria. La sua professione esula da tutto ciò. Il Consulente Libero Professionista e’ libero di agire senza alcuna limitazione operativa derivante dalla dipendenza ad un gruppo bancario, ed ha, oggettivamente, nel panorama italiano , le caratteristiche per fare la consulenza agli investimenti finanziari nell’oggettiva assenza di conflitto di interesse. Cio’ e’ sintomo di garanzia.

 

Cosa puo’ e deve fare il Consulente per il proprio cliente :

  •  

determinare il corretto profilo di rischio del cliente e la reale attitudine che questi ha verso il rischio

determinare l’attesa di rendimento del cliente e come questi convive con la volatilità dei mercati borsistici

determinare con il cliente l’arco temporale dell’attesa di rendimento. Se questa implica investimenti nel settore azionario, evidenziare la rischiosità degli investimenti e le possibili perdite in conto patrimonio che questi possono produrre

effettuare la creazione dell’Asset Allocation personalizzata al cliente

scegliere e consigliare per l’acquisto/vendita, scevro da conflitti, i prodotti e/o strumenti finanziari più idonei al profilo di rischio del cliente e dei rendimenti attesi

effettuare la manutenzione del portafoglio, ove e quando è necessario, consigliando il cliente di vendere ed acquistare ciò che ritiene sia più profittevole per il cliente stesso e fare ciò senza alcuna “affezione” ai prodotti e/o strumenti finanziari scelti/detenuti

consigliare il Cliente sulla selezione e scelta di una Banca con la funzione di Banca Depositaria che abbia una valida e comprovata operatività a livello internazionale idonea e rispondente alle necessità del cliente e del consulente, che permetta la pratica e rapida esecuzione delle scelte operate e delle priorità decise.

consigliare di agire tempestivamente sugli investimenti in essere in conformità ed in rispondenza alle attitudini del cliente verso il rischio, che sia preavvisato a che questi non abbia a subire in modo forzato e passivo la possibile correzione dei mercati e quindi perdite sugli investimenti

instaurare con il cliente un rapporto personale sempre più profondo in modo da permettere ad entrambi una sempre migliore reciproca conoscenza che consenta al Consulente di trasmettere al cliente una maggior consapevolezza dei rischi insiti nei mercati ed ancor di più nei prodotti e/o strumenti finanziari e del rapporto rischio/rendimento a cui il patrimonio del cliente viene sempre ed in ogni caso assoggettato

 

 

 

 

DISCLAIMER

 

 

Le indicazioni presenti sul mio BLOG sono pareri esclusivamente personali e come tali possono essere errati. Non rappresentano in alcun modo e per nessuna ragione un invito all’investimento. Chi segue questi consigli lo fa cosciente di tutti i rischi derivanti dall’uso di tali strumenti e se ne assume la piena e totale responsabilità quali conseguenze di proprie scelte. E’ infatti possibile che chi scrive sia direttamente e/o indirettamente interessato in qualità di investitore privato all’andamento dei valori mobiliari, azioni, opzioni, future. Si declina pertanto la responsabilità diretta o indiretta nei confronti di utenti o terze parti per eventuali danni diretti o indiretti eventualmente proddottisi da un uso improprio del lettore di quanto letto o a causa di eventuali inesattezze da me descritte e pubblicate, danni quindi mai correlati da alcuna consecutio logica di causa ed effetto con quanto da me scritto.

 

 

Condizioni per riprodurre i materiali – Il copyright degli articoli di questo sito personale è libero. Chiunque può riprodurli. Unica condizione: mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da: https://wallstreetrack.wordpress.com/

  • Tutti i materiali, i dati e le informazioni pubblicati all’interno di questo sito web sono “no copyright”, nel senso che possono essere riprodotti, modificati, distribuiti, trasmessi, ripubblicati o in altro modo utilizzati, in tutto o in parte, senza il preventivo consenso di wallstreetrack.wordpress, a condizione che tali utilizzazioni avvengano per finalità di uso personale, studio, ricerca o comunque non commerciali e che sia citata la fonte attraverso la seguente dicitura, impressa in caratteri ben visibili: https://wallstreetrack.wordpress.com/.

  • Per gli articoli riprodotti integralmente al nome dell’autore deve seguire la dicitura “tratto dal sito https://wallstreetrack.wordpress.com/ “. Se gli articoli vengono solo citati e’ sufficiente indicare il nome dell’autore e l’indirizzo web del mio sito. Nel caso in cui gli articoli non vengano pubblicati integralmente e’ necessario specificare che si stanno utilizzando solo delle parti dei miei contributi (ad esempio attraverso l’uso di puntini di sospensione) e indicare distintamente che “il testo integrale e’ disponibile sul sito https://wallstreetrack.wordpress.com/ “. Devono in ogni caso essere indicati il nome di battesimo e il cognome dell’autore del brano o articolo riportato.

  • In nessun caso e’ consentita un’alterazione del testo originale: l’eventuale aggiunta di parole di raccordo tra due brani riportati deve essere segnalata con la collocazione delle parole stesse tra parentesi quadre.

  • Ove i materiali, dati o informazioni siano utilizzati in forma digitale, la citazione della fonte dovrà essere effettuata in modo da consentire un collegamento ipertestuale (link) alla home page https://wallstreetrack.wordpress.com/  o alla pagina dalla quale i materiali, dati o informazioni sono tratti.

  • In ogni caso, dell’avvenuta riproduzione, in forma analogica o digitale, dei materiali tratti da https://wallstreetrack.wordpress.com/  dovrà essere data tempestiva comunicazione al seguente indirizzo (marcomontanari@iol.it ), allegando, laddove possibile, copia elettronica dell’articolo in cui i materiali sono stati riprodotti.

 

Si precisa che questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità imposta. Non puo’ pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.

 

Le immagini pubblicate su questo sito web sono state reperite su internet, principalmente tramite ricerca libera con il motore Google. Dunque, proprio perche’ trovate liberamente su pagine web, sono state giudicate di pubblico dominio.

 

 

 

 

Marco

 

dott. Marco Montanari

Laureato in legge

U.S. Equities Trader

Esperto investitore nei Mercati Americani

 

mailto: marcomontanari@iol.it

 

 

 

 

 

DECLINO ITALIA SENZA SPERANZA…CI VORREBBE UN AZZERAMENTO TOTALE DI TUTTA LA DIRIGENZA POLITICA

 

 

 

La classe politica dirigente nel suo totale ha troppo spesso dimostrato di avere un proprio tornaconto personale, i conflitti d’interesse sono all’ordine del giorno, la mancanza d’etica, trasparenza e meritocrazia pure.

Nella migliore delle ipotesi abbiamo una classe politica che e’ proprio ignorante, nel senso vero del termine, che ignora la cultura e la preparazione, ed e’ inetta ed incapace.

 

 

Ecco i veri problemi del Paese che questa classe politica dirigente nel suo totale non vuole affrontare

 

Giustizia e la Riforma dell’Ordinamento Giudiziario

Debito Pubblico e Declino Italia

I Costi della Politica e la sua mancanza d’Etica

La Corruzione tra le Lobbies, la Politica, la PA e la Criminalita’

L’enorme Spesa della PA e l’ inefficienza della PA

Pubblici Dipendenti Fannulloni – Sindacati protettori degli insiders

L’Evasione Fiscale ed i suoi Costi

 

 

 

 

Giustizia e la Riforma dell’Ordinamento Giudiziario

 

 

Ai fini della soluzione del problema Giustizia la soluzione (a detta dei maggiori studiosi del paese, su tutti Falcone, Borsellino, D’Avigo e Tinti, e non solo) va ricercata in primis in quello che e’ il primo e vero cancro della giustizia, ovvero nel processo civile (e non in quello penale); ed in seconda battuta (questo vale sia per il civile che per il penale) il problema e’ soprattutto dalla parte della domanda di giustizia, che va filtrata, e non tanto da parte dell’offerta!

Lo ricorda bene anche un grande giornalista come Luigi  Ferrarella del Corriere della Sera che nel suo ultimo libro ” FINE PENA MAI Il Saggiatore” sviluppa parte dei molti  temi  riguardanti la soluzione della giustizia affrontando proprio il cancro della domanda di giustizia!

 

I veri problemi della giustizia sono:

 

1 – Riformare il lato della domanda della giustizia, causa primaria dei lunghi ed oscuri processi, con l’eliminazione in primis delle rendite da posizione di avvocati e liquidatori con il che’ piu’ le cause durano piu’ loro guadagnano, ovvero:

– occorre introdurre sanzioni pecuniare molto severe tanto per chi promuove giudizi temerariamente quanto per coloro che ritardano di pagare il creditore dopo essere stati  condannati in 1° grado confidando nella lentezza dei processi sino al 3° grado e nell’esiguita’ degli interessi legali posti a suo carico sino alla soddisfazione del credito ( minori degli interessi offerti dai titoli di stato, per esempio, investimento cui il debitore nel frattempo e nelle more della giustizia ricorre come propria fonte di reddito..come dire una beffa per il creditore non soddisfatto);

occorre (sempre dal lato della domanda della giustizia)  riformare il sistema di “costruzione e giustificazione” delle parcelle degli avvocati, oggi collegate dannosamente al numero delle udienze e non al risultato come dovrebbe essere;

– occorre (sempre dal lato della domanda della giustizia) diminuire drasticamente il numero degli avvocati proprio per quanto detto ai punti precedenti, ovvero perche’ il loro numero abnorme determina nei fatti un incremento delle liti giudiziarie (non cosi’  rare quelle meramente temerarie) e quindi un allungamento dei tempi processuali: 26 gennaio 2008 – L’allarme del presidente del capoluogo lombardo: “A Roma sono iscritti all’Ordine tanti avvocati quanti nell’intera Francia. Il numero abnorme può inconsapevolmente determinare il rischio di un incremento delle liti giudiziarie e quindi, stante la carenza di risorse strutturali, un allungamento dei tempi processuali”.

 

 

2 – Processi rapidi e giusti, rendendo effettiva, celere ed accessibile a tutti l’azione per la responsabilita’ contro i giudici disonesti, o anche solo non terzi, parziali o negligenti;

3 – Riformare del diritto civile e fallimentare, che preveda forti sanzioni pecuniarie e penali sia  verso i liquidatori sia verso i GD;

4 – Riforma del Controllo sull’attivita’ dei giudici in generale che preveda un organo davvero terzo, popolare e professionale e non piu’ politicizzato com’e’ oggi il CSM che inoltre rincorre correnti partitiche anche all’interno della Magistratura, incio’ rendendo sempre irresponsabili i Giudici disonesti

 

 

Poi c’e anche il problema nel campo penale, ed in minima parte nel campo dell’offerta (mezzi e uomini).

Il problema nel campo penale  riguarda pero’ soprattutto i colletti bianchi nel concreto, non i normali cittadini, che in questo senso sono interessati solo sotto il profilo di vedere un’etica ed una giustizia anche contro i potenti.

La Giustizia insomma, ed i suoi problemi, non sono tanto e soltanto quelli di poche centinaia di persone, ma sono quelli che riguradano i milioni di cittadini italiani, e liriguardano soprattutto in sede civile, non penale! Ed e’ da qui che bisogna cominciare, e’ qui che i danni si fanno in capo al cittadino, in concreto, sulla sua pelle!

Il problema della riforma della giustizia, non e’ tanto e soltanto insomma quello (purtroppo solo populistico) di eliminare le leggi vergogna, indegne certamente e da eliminare, quanto quello invece di incidere i processi civili ed in sede fallimentare, e di rendere ben responsabili i giudici, e’ qui che si annida  il vero cancro della giustizia, denegata spessissimo con gravi danni a tutti i cittadini. Di questo si dovrebbe occupare chi ha davvero a cuore il futuro dei cittadini, del sistema Giustizia e dello Stato, e in parallelo ma in subordine delle leggi vergogna che vanno solo eliminate.

Non si risolvono i problemi della Giustizia interessandosi a curare i soli due lebbrosi del paese intero, e trascurando invece al contempo i milioni di ammalati di diabete per esempio.

 

 

 

Eurispes

Rapporto Italia

2008

Dati riferiti al

2007

http://www.eurispes.it/visualizzaRicerche.asp?val=4

 

 

LEGALITÀ

21. Fear of crime, ovvero il senso di insicurezza degli italiani

22. La permeabilità del crimine organizzato nelle province del Mezzogiorno

23. L’Italia criminale

24. Ecomafia e illecito ambientale: le attività del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente

27. Reati contro la Pubblica amministrazione

Esplode l’Economia sommersa (549 miliardi di euro) e l’Economia criminale (176 miliardi di euro )

Insieme si arriva a 725 miliardi di euro di economia sommersa (con un’imposta evasa di 306,6 miliardi di euro), il 47.23% del pil a quota 1.535 miliardi circa

Il 54,6% dell’economia non osservata (Economia sommersa ) è rappresentato dal lavoro sommerso. Il flusso di denaro generato dal lavoro sommerso si è attestato a 300 miliardi di euro.

Il 28,4% dell’economia non osservata (Economia sommersa ) è rappresentato dall’evasione fiscale. Il flusso di denaro generato ad opera di aziende e imprese italiane si è attestato a 156 miliardi di euro

Il  16,9% dell’economia non osservata (Economia sommersa ) è rappresentato dalla cosiddetta economia “informale”. Il flusso di denaro generato dalla dalla cosiddetta economia “informale” si è attestato a 93 miliardi di euro

25 febbraio 2008

 

 

 

 

ITALIA_EURISPES

2007

Giustizia al Collasso

Italia a rischio “deriva feudale
Un paese che oscilla tra spinte innovative e la conservazione dei privilegi acquisiti

Eurispes

2007

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/02/01/rapporto-delleurispes-2007-italia-giustizia-al-collasso/]link-Rpporto Eurispes – Giustizia italia al collasso  [/url]

http://www.eurispes.it/indiceRapportoItalia.asp?val=4

 

 

Rapporto Eurispes

2006

L’Italia non cresce più

http://www.rassegna.it

http://www.rassegna.it/2006/attualita/articoli/eurispes.htm

http://www.rassegna.it/2007/attualita/articoli/eurispes.htm

 

 

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/02/23/processi-lenti-e-non-sempre-chiari-who-judges-the-judges/]link-Giustizia Civile e Fallimentare e la dolosa lentezza dei processi[/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/07/giustizia-e-la-riforma-dellordinamento-giudiziario-ecco-i-veri-problemi/]link-Giustizia Civile e Fallimentare e la dolosa lentezza dei processi[/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/10/giustizia-e-la-riforma-dell%e2%80%99ordinamento-giudiziario-ecco-i-veri-problemi-parte-seconda/] link-Giustizia Civile e Fallimentare e la dolosa lentezza dei processi – Parte 2 – La riforma dell’Ordinamento Giudiziario e’ indecente  [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/15/i-costi-dellevasione-della-inefficienza-della-pa-e-della-corruzione-tra-la-politica-e-le-lobbies-criminalita/]link-Costi dell’evasione, della inefficienza della P.A. e della corruzione tra la Politica e le lobbies-criminalita’ [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/06/05/stipendi-pubblici-ai-magistrati-gli-aumenti-piu-vistosi/]link-Retribuzione dei Magistrati [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/01/30/indicatori-internazionali-quadro-generale/]link-La corruzione fuori dall’agenda politica – Indicatori Internazionali – Quadro generale [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/10/09/litalia-tra-i-peggiori-paesi-al-mondo-per-la-corruzione-anche-nellexport-bribe-payers-index-bpi-2006/]link-La corruzione fuori dall’agenda politica – Indicatori Internazionali [/url]

 

 

 

 

Debito Pubblico e Declino Italia

I Costi della Politica e la sua mancanza d’Etica

La Corruzione tra le Lobbies, la Politica, la PA e la Criminalita’

L’enorme Spesa della PA e l’ inefficienza della PA

Pubblici Dipendenti Fannulloni – Sindacati protettori degli insiders

L’Evasione Fiscale ed i suoi Costi

 

 

2008

 

I killers dell’Italia: La Spesa, l’Inefficienza della PA e la Pressione Fiscale (elevatissima sia a causa dell’evasione sia proprio per l’enorme fardello della spesa pubblica e dei tanti, troppi fannulloni e corrotti lavoratori del pubblico impiego)

 

https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/04/21/la-spesa-linefficienza-della-pa-e-la-pressione-fiscale-i-killers-dellitalia/

 

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/03/12/debito-pubblico-anno-2007/]link-Debito Pubblico 2007 [/url]

 

 

2007

 

 

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/03/levasione-fiscale-causa-primaria-dellaumento-della-spesa-della-pa-e-della-pressione-fiscale/]link-Spesa PA e L’Evasione Fiscale[/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/15/i-costi-dellevasione-della-inefficienza-della-pa-e-della-corruzione-tra-la-politica-e-le-lobbies-criminalita/]link-Costi dell’evasione, della inefficienza della P.A. e della corruzione tra la Politica e le lobbies-criminalita’ [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/04/07/addio-tesoretto-i-sindacati-ed-i-pubblici-dipendentila-piu-cancerogena-delle-corporazione/]link-I Sindacati ed i pubblici dipendenti, la piu’ cancerogena delle corporazioni! Addio tesoretto [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/05/03/cosi-la-pubblica-amministrazione-getta-i-soldi-on-line/]link-Così la pubblica amministrazione “ruba” e getta i soldi [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/04/12/pensioni-dei-parlamentari-e%e2%80%99-uno-schifo-reset/]link-Pensioni dei Parlamentari [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/06/10/stipendi-dei-parlamentari-e-uno-schifo-reset/]link-Stipendi dei Parlamentari [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/09/24/la-casta-predica-bene-ma-razzola-malissimo/]link-La Casta predica bene ma razzola malissimo [/url]

 

 

 

Debito Pubblico e Declino Italia

I Costi della Politica e la sua mancanza d’Etica

La Corruzione tra le Lobbies, la Politica, la PA e la Criminalita’

L’enorme Spesa della PA e l’ inefficienza della PA

Pubblici Dipendenti Fannulloni – Sindacati protettori degli insiders

L’Evasione Fiscale ed i suoi Costi

 

 

 

2006

 

 

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/08/30/lenorme-buco-del-debito-pubblico-italiano-di-cosa-si-tratta-e-di-chi-e-la-responsabilita-primaria/]link-Debito Pubblico – Spesa PA esorbitante – Pubblici Dipendenti in eccesso – Declino Italia – Parte 1 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/09/29/185/]link-Declino Italia – Italia un paese alla deriva Istituzionale e Dirigenziale [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/10/03/litalia-in-mano-a-bertinotti-ed-ai-sindacati-e-soltanto-apparentemente-diversa-non-anche-migliore-di-quella-di-berlusconi/]link-Sindacati e Bertinotti Italia [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/10/19/crollo-dei-consensi-per-il-governo-18-in-3-mesi-e-intanto-le-agenzie-di-valutazione-finanziaria-declassano-litalia/]link-L’assenza di ogni valore della politica – Parte 1 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/10/20/italia-debito-pubblico-rating-problema-dei-dipendenti-pubblici-e-degli-enti-inutili-ovvero-della-spesa-della-pa/]link-Debito Pubblico – Spesa PA esorbitante – Pubblici Dipendenti in eccesso – Declino Italia Parte 2 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/10/24/perche-litalia-bilanci-alla-mano-e-un-paese-allo-sbando/]link-Debito Pubblico – Spesa PA esorbitante – Pubblici Dipendenti in eccesso – Declino Italia Parte 3 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/12/06/il-declino-dellitalia-che-viaggia-con-il-ciuccio-e-la-scoppola/]link-Declino Italia – L’assenza di ogni valore della politica – Parametri internazionali [/url]

Click here:  [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/12/17/in-italia-abbiamo-una-grossa-fetta-della-classe-politica-allo-sbaraglio-e-cieca-con-o-senza-connivenza/]link-L’assenza di ogni valore della politica – Parte 2 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/12/20/the-governments-policy-is-missingits-coming-soon-like-one-of-our-tourism-portal-web/]link-Conflitto Interessi – L’assenza di ogni valore della politica – Parte 3 [/url]

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/12/21/i-5-simboli-del-doloso-sottosviluppo-italiano-la-politica-tutta-o-quasi-i-sindacati-la-chiesa-l%e2%80%99informazione-e-alcuni-giudici-di-alcuni-tribunali-fallimentari-e-civili-in-uno-con-i-lo/]link-I 5 simboli del doloso sottosviluppo Italiano: su tutti la Chiesa! Declino Italia [/url]

 

Vedi soprattutto:

 

Banche – Esuberi – Perdite e Svalutazioni – Riforme Istituzionali

 

 

The Final U.S. Growth Package

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/01/29/the-final-us-growth-package/#more-1582]link-The Final U.S. Growth Package [/url]

 

The delinquency rate & The New foreclosures (I Pignoramenti)

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/12/07/the-delinquency-rate-the-new-foreclosures-i-pignoramenti/]link-The delinquency rate & The New foreclosures (I Pignoramenti) [/url]

 

Immobili e To avert a cash crunch

I Pignoramenti in America: U.S. Montly Home Foreclosures and Bank Repossessions (REOs)

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/04/16/i-pignoramenti-in-america-us-montly-home-foreclosures-and-bank-repossessions-reos/]link- I Pignoramenti in America: U.S. Montly Home Foreclosures and Bank Repossessions [/url]

 

Vedi anche:

 

Crash_Immobili: U.S. Home Prices:nel 1 trimestre crollo dei prezzi

https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/05/14/us-home-pricesnel-1-trimestre-crollo-dei-prezzi/

 

Home Price Data Showed Housing Solid Long-Term Investment

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/11/13/home-price-data-showed-housing-solid-long-term-investment/]link-Home Price Data Showed Housing Solid Long-Term Investment [/url]

Correlazione tra il Prezzo delle case ed i consumi
Click here: [url=
https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/09/25/correlazione-tra-il-prezzo-delle-case-ed-i-consumi/]link-Correlazione tra il Prezzo delle case ed i consumi [/url]

Goldilocks economy, l’economia dai boccoli d’oro

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/09/19/goldilocks-economy-leconomia-dai-boccoli-doro/]link- Goldilocks economy, l’economia dai boccoli d’oro [/url]

To avert a cash crunch the Central Banks spill liquidity in the markets
Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/08/11/to-avert-a-cash-crunch-the-central-banks-spill-liquidity-in-the-markets/]link-To avert a cash crunch the Central Banks spill liquidity in the markets [/url]

Subprime Mortgages E’ in arrivo un grande  Crash? NO
Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/05/12/subprime-mortgages-e-in-arrivo-un-grande-crash-no/]link-Subprime Mortgages E’ in arrivo un grande  Crash? NO [/url]

Crollo-Crash dei mercati azionari americani?
Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2007/03/25/crollo-crash-dei-mercati-azionari-americani/]link-Crollo-Crash dei mercati azionari americani? [/url]

Il mercato americano (l’S&P 500) e’ in fase di Ipercomprato o Ipervenduto?

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/11/25/il-mercato-americano-lsp-500-e-in-fase-di-ipercomprato-o-ipervenduto/]link- IL MERCATO AMERICANO (L’S&P 500) e’ in fase di Ipercomprato o Ipervenduto? [/url]

Disequilibri Americani: Credit Bubble, ovvero Crack del Debito privato – Parte seconda 
Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/09/05/i-disequilibri-americani-credit-bubble-ovvero-crack-del-debito-privato-2/]link-Disequilibri Americani: Credit Bubble, ovvero Crack del Debito privato – Parte seconda [/url]

Disequilibri Americani: Credit Bubble, ovvero Crack del Debito privato – Parte prima

Click here: [url=https://wallstreetrack.wordpress.com/2006/09/05/62/]link-L’indebitamento americano a livelli di guardia – Disequilibri Americani: Credit Bubble, ovvero Crack del Debito privato – Parte prima [/url]

 

 

 

 

 

L’etica in politica e in finanza deve essere un must
17 agosto 2005

http://www.osservatoriosullalegalita.org/05/interventi/041eticapolitica.htm

Bancopoli : lettera ai politici del centrosinistra
09 gennaio 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/acom/01gen1/0955marcobancopoli.htm

E ora le priorita’ : legalita’ competitivita’ e conflitto d’interessi

25 aprile 2006

9 marzo 2008

https://wallstreetrack.wordpress.com/2008/03/09/e-ora-le-priorita-legalita-competitivita-e-conflitto-dinteressi/#more-25

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/interventi/04apr/24votopriorita.htm

Finanziaria : ma l’Italia necessita di etica e legalita’
23 ottobre 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/acom/10ott3/2300marcofin.htm

Legge sul risparmio monca su alcuni aspetti fondamentali
21 dicembre 2005

http://www.osservatoriosullalegalita.org/05/acom/12dic3/2101marcorisparmio.htm

Il Risparmio dolosamente tradito dalla politica : la Class Action
25 maggio 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/acom/09set3/2525marclassaction.htm

Class action : facile , veloce , gratuito
25 settembre 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/docum/varie/010marcoclassaction.htm

U.S.: Le Lobbies contro la Legge che protegge i risparmiatori
31 ottobre 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/acom/10ott3/3100marcousa.htm

Il Paese dei furbetti : crack , banche , finanziarie e vittime
18 dicembre 2005

http://www.osservatoriosullalegalita.org/05/inchieste/012marcomanipul2.htm

Crack in Italia e in America : sentenze e numeri a confronto
22 dicembre 2005

http://www.osservatoriosullalegalita.org/05/acom/12dic3/2244marcocrack.htm

Calciopoli , bancopoli , crack : Italia Argentina 1 a 1 ?
22 maggio 2006

http://www.osservatoriosullalegalita.org/06/acom/05mag3/2200marcofurbetti.htm

Index of economic freedom : Italia agli ultimi posti
17 gennaio 2007

http://www.osservatoriosullalegalita.org/07/acom/02gen2/1722marcomanipul.htm

 

 

 

 

Some  of My articles

http://blogsearch.google.com/

https://wallstreetrack.wordpress.com/

 

Tag: 1_finanza_analisi Macro
http://wordpress.com/tag/1_finanza_analisi-macro/
Tag: 2_Finanza_Bulls & Bears 
http://wordpress.com/tag/2_finanza_bulls-bears/
Tag: 3_il Risparmio Tradito
http://wordpress.com/tag/3_il-risparmio-tradito/
Tag: 4_Debito & Evasione 
http://wordpress.com/tag/4_debito-evasione/
Tag: E_Lavoro & Pensioni 
http://wordpress.com/tag/e_lavoro-pensioni/
Tag: 6_giustizia Ed Etica
http://wordpress.com/tag/6_giustizia-ed-etica/
Tag: 7_politica Ed Etica
http://wordpress.com/tag/7_politica-ed-etica/
Tag: 8_Sanita’ ed Etica
http://wordpress.com/tag/8_sanita-ed-etica/
Tag: 9_Libera Informazione 
http://wordpress.com/tag/9_libera-informazione/
Tag: A_Tutela degli animali 
http://wordpress.com/tag/a_tutela-degli-animali/
Tag: B_Tutela dell’Ambiente
http://wordpress.com/tag/b_tutela-dellambiente/

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: